Consigli ad ecologi e cittadini europei circa le proteste in atto nelle capitali d'Europa

06.01.2020, 15:00
949
1
Consigli ad ecologi e cittadini europei circa le proteste in atto nelle capitali d'Europa

Il movimento ecologista deve considerare quale fondamento della propria attività non la modifica delle norme statali e giuridiche, quanto quella degli standard economici e di vita. L'ecologia è, soprattutto, un cambiamento della concezione del mondo da parte di tutti gli abitanti della Terra, è il sorgere di una nuova civiltà ecologica. L'Homo consumers deve diventare Eco Sapiens, e allora la vittoria sarà nostra. Nessun governo può farsi promotore di questo processo, lo può solo sostenere. La civiltà ecologica deve essere creata non dal governo e dai suoi funzionari, bensì dai filosofi, dagli intellettuali e dagli attivisti ecologisti. La cosa più importante sono i mezzi di civilizzazione, non tanto quelli amministrativi. Che cosa si può pretendere dai funzionari? Sono loro stessi vittime della mentalità dell'Homo consumers, come tutta la comunità mondiale e anche loro vanno civilizzati.

Ho visto un filmato delle vostre proteste. La maggior parte dei partecipanti è costituita da persone che indossano vestiti colorati e sgargianti. È noto che la produzione tessile è al secondo posto per volume di inquinamento ambientale. Utilizza una enorme quantità di risorse naturali, acqua, petrolio, terra, piante e animali, usa sostanze chimiche tossiche ed emette una grande quantità di diossido di carbonio. I vestiti colorati sono il risultato dell'uso di coloranti dannosi e pericolosi. Raccomanderei ai partecipanti al movimento di riflettere sui danni che la produzione tessile arreca alla natura e utilizzare nel proprio guardaroba abbigliamento esclusivamente in colori naturali (nero, bianco, beige), che non abbia subito trattamenti con sostanze chimiche. Riducete il vostro guardaroba, non riempite gli armadi e le valigie di prodotti tessili. Se non li comprerete, nessuno li produrrà. Attualmente, invece, si bruciano ogni giorno circa 30.000 tonnellate di prodotti tessili, il che arreca un danno colossale all'atmosfera.

Seconda osservazione: molti attivisti tengono in mano bottigliette d'acqua. Perché, sapendo quanto non siano affatto ecologiche, continuate a usarle? Non è lo stato che deve imporre il divieto di produrle, siamo noi cittadini che dobbiamo smettere di comprarle. È una legge di mercato. Se noi non le compriamo, non le produrranno più!

Riducete l'utilizzo di acqua, fate la doccia per non più di 7 minuti. L'umanità in un anno si beve l'intero lago di Ginevra. Tra 15-20 anni non rimarrà più acqua potabile in natura. La riserva di acqua potabile terminerà e si potrà utilizzare solo acqua dissalata, che difficilmente può essere considerata salutare.

Una importante raccomandazione pratica. Potete prendere, in maniera autonoma o d'accordo con i vicini di casa o del quartiere, un campione di acqua del vostro acquedotto, alcuni campioni di acqua in bottiglia acquistata al supermercato più vicino (diversi esemplari, contrassegnati, per la neutralità dell'esperimento, solo con dei numeri) e farli analizzare chimicamente in un laboratorio di un ente scientifico superiore. Questa analisi è accessibile e non ha un costo eccessivo. Ma più persone inviterete a partecipare all'esperimento, maggiore sarà la risonanza (e minore il costo del servizio del laboratorio, non superiore a 5 euro a famiglia). Rimarrete sorpresi, ma l'acqua dell'acquedotto non sarà peggiore dell'acqua in bottiglia del supermercato, se non migliore. Dove pensate che prendano l'acqua da imbottigliare le ditte?

Molto probabilmente dal vostro stesso acquedotto...

Vi consiglio caldamente di non acquistare acqua al supermercato, tanto più che è in bottiglie di plastica. Non aumentate le isole di rifiuti in plastica che misurano centinaia di chilometri quadrati sulle acque emerse. Convincetevi che l'acqua potabile degli acquedotti non è affatto peggiore dell'acqua in bottiglia e utilizzatela. Sarà il vostro piccolo, ma importantissimo passo per la salvezza del pianeta.

E il governo stavolta non c'entra. Non voglio difendere funzionari, deputati e governi, ma insisto perché siamo noi, prima di tutto da noi stessi, a pretendere un comportamento ecologico. Altrimenti si corre il rischio di trovarsi in una situazione contraddittoria in cui una persona si trova limitata in tutte le piccole gioie della vita, viene privata del lavoro per l'improvvisa riduzione della produzione e sarà assolutamente infelice.

Perché questo non accada, cominciate a cambiare la mentalità degli altri e la vostra. Leggete il testo del progetto «EuRICAA: manifesto ideologico per una rivoluzione ecologica. Codice dei nuovi standard per la civiltà dell'Eco sapiens», è disponibile in inglese e in tutte le lingue sul sito www.euricaa. org . Istruite i concittadini perché cambino la propria concezione del mondo, pubblicizzate uno stile di vita ecologico. In questo messaggio vi proporrò qualche importante raccomandazione.

– Non acquistate automobili, utilizzate mezzi di trasporto ecologici. Possedere una macchina in una città con una rete di trasporto pubblico ben sviluppata, con condizioni ottimali per gli spostamenti in bicicletta e in monopattino diventa un crimine ecologico! Tra 3-5 anni nelle città non ci sarà più posto per parcheggiare le automobili.

– Non frequentate i ristoranti, riducete l'assunzione di cibo e alcool. È noto che la distillazione dell'alcool sviluppa un'enorme emissione di СO 2 . Influenzate l'economia, sostenete punti comuni di ristoro in cui, al posto dei comuni piatti e stoviglie si utilizzano piatti e stoviglie commestibili. Queste sono prodotte con cibi naturali e alla fine del pasto si possono mangiare. In questo modo risparmierete l'uso di acqua potabile. Considerate che dalla produzione di posate di metallo dipende la maggior parte delle emissioni di gas serra. La ditta tedesca Füllett produce già scodelle di farina di grano e segale e olio di colza, gli studiosi russi hanno creato una plastica innocua dalla fecola di patate. In Giappone la Marushige Seika SpA produce piatti in cracker di gamberi e tazze di alga marina.

- Smettete di fumare! Per l'essiccazione delle foglie di tabacco vengono bruciate ogni anno 11,5 milioni di tonnellate di legna, il fumo del tabacco provoca l'emissione di 2,6 mln di tonnellate di diossido di carbonio e circa 5,2 mln di tonnellate di metano, ogni anno vengono distrutti 200.000 ettari di terreni. I mozziconi sono tra i rifiuti più diffusi al mondo: 2 mln di tonnellate di rifiuti solidi, 300.000 tonnellate di nicotinoidi e 200.000 tonnellate di rifiuti chimici. Ogni anno il tabagismo fa 7 mln di vittime. Disapprovate ovunque i fumatori. Non comprate sigarette, non rovinatevi la salute e questa industria morirà senza bandi governativi.

– Ripensate le razioni di cibo, riducete la quantità di carne e pesce. Perdete peso, i rifiuti organici umani avvelenano il pianeta con i metalli pesanti. Negli ultimi 50-70 anni la quantità di persone in sovrappeso è cresciuta di 400 volte e ha superato il miliardo e mezzo. Una persona grassa (a parte per motivi medici) è un veleno per il pianeta, con una quantità significativa di metalli pesanti: mercurio, piombo, alluminio, rame e manganese che l'industria moderna rilascia nell'atmosfera. Questi poi ricadono sul terreno e, con gli alimenti, nell'organismo umano.

– Non abitate in case di cemento (le sue emissioni di СО 2 ammontano a 2,2 mld di tonnellate annue, secondo l'insieme dei dati raccolti nei paesi in cui si rilevano i dati statistici). Se non le comprerete, non le costruiranno più.

— Non acquistate appartamenti e case con una superficie abitabile superiore a 40 м 2 a persona.

– Non ingombrate gli appartamenti di mobili superflui, seguite i principi del minimalismo.

– Non utilizzate nei trattamenti igienici shampoo, gel e creme, poiché le sostanze con cui sono prodotti avvelenano l'acqua e la terra. Utilizzate il sapone: il suo impatto è significativamente inferiore all'impatto degli altri prodotti.

– Protestate a favore del divieto di caccia e pesca, contro l'utilizzo degli animali nei circhi, contro la loro detenzione nei giardini zoologici.

– Non acquistate scarpe di gomma e pellicceria. Riducete l'acquisto di prodotti in pelle naturale.

– Per la spesa usate borse riutilizzabili e retine: i sacchetti di plastica e di carta devono sparire dal vostro quotidiano.

– Rinunciate a qualunque tipo di plastica. Secondo gli ultimi risultati delle ricerche del Ministero tedesco per la difesa dell'ambiente e dell'Istituto Robert-Koch, nell'organismo del 97% dei bambini analizzati sono state rinvenute plastiche di 11 tipi, introdotte con alimenti confezionati, giochi e acqua in bottiglie di plastica.

– Premete per la costruzione in tutti i paesi di punti di raccolta per imballaggi in vetro, non acquistate alimenti in confezioni di plastica, carta e cartone. Il vetro è un materiale ecologicamente sicuro e può essere utilizzato più volte.

– Riducete l'utilizzo di carta. Noleggiate libri in biblioteca, organizzate scambi di libri con amici e conoscenti, partecipate ai bookcrossing. Passate alla lettura di libri elettronici. Dite addio per sempre alla carta da cucina, ai fazzoletti e ai tovaglioli di carta. Proibite la diffusione di materiale pubblicitario cartaceo, nella vostra cassetta della posta, nel condominio, in ufficio. Ricordate che per le esigenze dell'industria cartaria, per la stampa di libri, giornali, riviste, prodotti di cancelleria, carta da ufficio e altri articoli e materiale pubblicitario, vengono distrutti 7-8 mln di ettari di bosco. Ma i boschi sono i polmoni del pianeta, per quanto banale possa suonare questa frase. Per preservarli è necessario introdurre ovunque la raccolta di carta da macero.

– Non entusiasmatevi agli spettacoli pirotecnici e non acquistate fuochi d'artificio. La composizione degli articoli pirotecnici moderni include sostanze clorurate e diversi sali che in combustione emettono vapori di composti di metalli pesanti e di sostanze particolarmente tossiche, le diossine. Non partecipate a festival e show e a esibizioni di artisti in abiti colorati e sgargianti.

Tutti i disagi legati alla vostra nuova coscienza ecologica il mercato li appianerà autonomamente.

Potete trovare altre raccomandazioni sul sito www.euricaa.com nel progetto «EuRICAA: manifesto ideologico per una rivoluzione ecologica. Codice dei nuovi standard per la civiltà dell'Eco sapiens»

Cosa dobbiamo pretendere dal governo ?

Quando si fanno proposte poco concrete come « Migliorare l'economia », non seguono mai i risultati. Avanzate richieste formulate con chiarezza. Ad esempio:

– Mentre si parla di riduzione dell'utilizzo dei mezzi aerei per gli spostamenti, l'Unione Europea ha chiuso tutte le tratte ferroviarie notturne, costringendo i passeggeri a viaggiare in aereo. Chiedete che le ferrovie attivino treni notturni e, inoltre, che introducano nuove tratte per l'alleggerimento delle linee aeree, per esempio Parigi – Madrid, Londra – Madrid, Roma – Berlino, Vienna – Lisbona, Varsavia – Roma, Vilnius – Londra, Mosca – Amsterdam. I treni passeggeri veloci devono avere la precedenza sui treni merci.

– Insistete per la riduzione dei voli e l'introduzione di dirigibili di portata tra le 3000 e le 5000 tonnellate, che utilizzino elio-4. Sono sicuri ed ecologici.

–Esigete che si istituiscano finanziamenti per la creazione e l'installazione nelle basse orbite, tra i 50 e i 70 km, di specchi destinati all'illuminazione delle città nelle ore notturne e alla riduzione del rilascio di idrocarburi.

– Informatevi sul sito del progetto EuRICAA sulla tecnica per ricavare metano dall'intestino di bovini e suini e per il suo utilizzo come risorsa energetica. È una proposta innovativa e gratuita per tutta la comunità mondiale.

– Esigete un controllo sui lanci spaziali. A ogni lancio di razzi e navicelle viene rilasciata nell'atmosfera una grande quantità di molecole d'acqua che distruggono lo strato di ozono della ionosfera a un'altezza di 50─100 km. Ogni lancio distrugge circa 50.000 tonnellate di ozono, creando buchi nello strato d'ozono della Terra delle dimensioni di 50.000, 100.000 e 300.000 km 2 . Gli ecologi americani devono fare attenzione agli «Shuttle», i cui motori arrecano il danno maggiore all'atmosfera, in quanto sono alimentati da combustibile solido e nei loro getti reattivi è contenuta una grande quantità di cloruro di idrogeno, che è una sostanza altamente distruttiva per l'ozono.

Il movimento ecologico deve essere planetario. Vi invitiamo a diventare membri del gruppo ecologico internazionale «club di Amburgo» e partecipare al congresso del club il 25-30 settembre 2020 ad Amburgo per un dialogo aperto sulla creazione di una nuova civiltà ecologica dell'Eco sapiens.

  1. La situazione ambientale mondiale mi convince sempre più della necessità che il «club di Amburgo» debba diventare planetario. Sarà una piattaforma senza eguali dove si condurranno incontri sistematici di ecologi da tutto il mondo, dove grazie a dibattiti comuni verranno elaborati nuovi standard di civiltà, sottoposti poi ai governi in forma di raccomandazioni. In questo club non saranno ammessi funzionari governativi o deputati, ma solo filosofi, intellettuali ed ecologi-attivisti. I politici devono diventare esclusivamente uno strumento per la messa in pratica delle decisioni adottate dai partecipanti alle riunioni. L'autorità del «club di Amburgo» in una situazione ecologica tanto drammatica deve essere superiore al blateramento dell'ONU.

PPS. Nel 1949 il gruppo Rotschild & Co. ha costituito l'edificio dell'Organizzazione del Nazioni Unite, oggi Potëmkin & Co. si preparano a erigere il centro del gruppo ecologico planetario del «club di Amburgo» ad Amburgo.

Attivatevi, amici! Partecipate alle iniziative del gruppo ecologico globale "club di Amburgo".

Aleksandr Potëmkin

Cofondatore del gruppo ecologico globale «club di Amburgo», Amburgo

Comments: 0
  • Your comment will be the first